Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. 

Registro Eredità Immateriali

81
Mostra-Mercato del Cavallo Sanfratellano
REI - Libro delle celebrazioni
13-04-2007
Rappresentazione/Spettacolo, Mostra-mercato
Messina
Passo dei Tre San Fratello (ME) (presso proprietà Collura)
San Fratello
Mostra Mercato Cavallo Sanfratellano
San Fratello, un tempo chiamata Apollonia, è una storica cittadina in provincia di Messina posta sui Monti Nebrodi a circa 640 metri sul livello del mare. Fondata da Adelaide di Monferrato che vi trasferì una comunità lombarda, prima della frana del 1922 era considerata una città di culto con 27 edifici sacri tra conventi e monasteri. L'odierno paese trae il nome dai tre Santi fratelli, Alfio, Cirino e Filadelfio, martirizzati, sotto l'imperatore Valerio. San Fratello è anche nota per il suo dialetto gallo-italico, testimonianza del passaggio nella città siciliana di coloni provenienti dal Nord Italia.
Inserita nel contesto naturalistico del parco dei Nebrodi, le aree non boschive sono destinate al pascolo di bovini, ovini, caprini e dei cavalli sanfratellani che vivono allo stato brado. Ogni anno viene organizzata una giornata dedicata esclusivamente al cavallo “sanfratellano”, straordinario animale autoctono. Alcuni studiosi sostengono che la razza derivi da cavalli siciliani (equus sicanus) famosi nell'antichità e citati dai greci e dai romani. Altri affermano che discendano dai cavalli che i Lombardi avevano lasciato al seguito della Regina Adelaide di Casale Monferrato, terza moglie di Ruggero I. Questa teoria è confermata da alcune caratteristiche della razza, molto simili a quelle dei cavalli svevo-germanici e lombardi, anche se, a causa degli incroci e dell'adattamento ambientale, il Sanfratellano ha mutato i propri caratteri somatici.
Le prime notizie di incroci fatti per migliorare le caratteristiche risalgono ai primi decenni del 1800 quando esemplari di razza sanfratellana vennero incrociati con stalloni di origine tedesca, inglese, maremmana e salernitana.
Da allora è stato fatto un lungo lavoro per l'esaltazione delle doti di robustezza e resistenza alle fatiche e per adeguare gli esemplari all'ambiente nel quale la popolazione viene allevata allo stato brado. In particolare emerge che, nell'ultimo secolo, il Sanfratellano è stato incrociato con stalloni di derivazione inglese e orientale (1925) allo scopo di correggere alcuni difetti (statura modesta) senza però ingentilire le forme. A partire dal 1935 furono introdotti nelle stazioni selezionate sei stalloni di cui uno derivato orientale (Bricco), uno Maremmano (Zello) e quattro derivati inglesi (Dardo, Errante, Elini, Maccarese) allo scopo di fissare i caratteri acquisiti. I prodotti di questi stalloni furono impiegati per il meticciamento interraziale e completarono, quindi, la formazione dell'attuale modello del Cavallo Sanfratellano. Attualmente la popolazione di Cavalli sanfratellani ammonta a circa 5000 unità, con circa 1600 fattrici.
Annuale
20 Settembre
Mercato storico
Storica, commemorativa., Patronale, devozionale e propiziatoria
Cavallo sanfratellano
Comunità locale, turisti
La Mostra Mercato Cavallo Sanfratellano a San Fratello (ME) è una Manifestazione zootecnica prevista per il 20 settembre di ogni anno che offre la possibilità di ammirare bellissimi esemplari di cavalli di razza. Il cavallo sanfratellano è una razza autoctona dei Nebrodi introdotto in Sicilia nel XI secolo in epoca normanna.
La razza del “sanfratellano” si presenta robusta, forte, versatile e adatta a diverse discipline lavorative e sportive. Fedele “strumento di trasporto” degli allevatori e dei contadini, oggi è il simbolo di una cultura immateriale fatta di saperi antichissimi, infatti, l’allevamento “allo stato brado” ne ha garantito la purezza delle linee di riproduzione e, la rigidità delle condizioni climatiche, ha operato una vera e propria selezione naturale.
La Mostra-mercato è riservata ai soggetti di razza Sanfratellana iscritti al Registro Anagrafico delle razze popolazioni equine riconducibili a gruppi etnici locali. Ogni partecipante sottoscrive un rigido regolamento che prevede una suddivisione per Sezioni, Categorie ed età. La valutazione avviene alla presenza del pubblico, con animali in movimento presentati in recinti chiusi. Per ogni Categoria vengono premiati i primi tre classificati.
Il Sanfratellano si adatta bene a molti ruoli negli sport equestri di campagna ed è un ottimo cavallo da scuola per i maneggi e per il turismo equestre. Negli ultimi anni, taluni soggetti in purezza e/o incrociati, hanno intrapreso la "carriera sportiva" cimentandosi in gare di salto ostacoli. Obiettivo di selezione è la ricerca e la sperimentazione tesa a mettere a disposizione le caratteristiche tipiche del Sanfratellano alle più concrete e moderne esigenze del mercato sportivo equestre.
Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste, Distretto Nebrodi U.O.T. n. 42. 2010. 52° Rassegna Mostra Mercato Concorso del Cavallo Sanfratellano 12 Settembre 2010, San Fratello (ME): Edizioni Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste.
Chiara Dell'Utri
Comune di San Fratello [ultima consultazione 27-04-2016]
 
Mostra mercato del cavallo sanfratellano [ultima consultazione 27-04-2016]
 
Video sul cavallo sanfratellano [ultima consultazione 27-04-2016]
 
Video su San Fratello [ultima consultazione 27-04-2016]